olio di iperico

Olio di Iperico: le proprietà

L’olio di iperico, conosciuto anche col nome di erba di San Giovanni (poiché il tempo di raccolta coincide con la festa di San Giovanni il 24 giugno), è uno dei prodotti antirughe più potenti di origine naturale che è possibile trovare in natura. La pianta di iperico cresce fino a 1.600 metri d’altitudine e la si trova nei terreni asciutti, lungo i margini delle strade, ai bordi di campi e nelle radure. Ricavato dei fiori dell’ Hypericum perforatum, che vengono lasciati macerare in un olio vegetale, l’olio di iperico presenta un colore rossastro che può essere adoperato per eliminare i primi segni dell’invecchiamento ma anche per le sue proprietà emollienti. E’ un ottimo rimedio anti rughe poiché l’alto contenuto di flavonoidi (aiutano a combattere i radicali liberi) dona alla pelle la sua naturale elasticità, rendendola soda e luminosa. La presenza di beta carotene e tannini, oltre ai flavonoidi, rende quest’olio un ottimo alleato per la rigenerazione cutanea. Infatti è possibile utilizzarlo per curare screpolature e piccole lesioni della pelle.

 

Come si prepara

Se desideriamo preparare l’olio di iperico direttamente a casa nostra, come prima cosa dovremmo raccogliere dei fiori freschi, preferibilmente su terreni lontani dal traffico e situati in zone incontaminate (in aperta campagna sarebbe l’ideale). Dopo aver raccolto i fiori di iperico, avremo bisogno di un olio (olio di oliva, di girasole o di mandorle). Adesso è il momento di lavare i fiori e dopo averli asciugati con un panno di lino, bisogna riporli in un barattolo di vetro fino a ricoprirli completamente con l’olio che abbiamo deciso di adoperare. Una volta fatto ciò, bisogna posizionare il barattolo al sole per almeno un mesetto, scuotendo ogni tanto in recipiente in modo tale da azionare i principi attivi della pianta. Non dovrete attendere a lungo per notare i cambiamenti di colore dell’olio (già dopo 2 settimane assumerà un colore rossastro). Dopo essere trascorso un mese, potrete filtrarlo adoperando una garza e riporlo in un nuovo contenitore pulito.

 

Modo d’uso

L’olio di iperico può essere adoperato facilmente: basta prelevare una piccola quantità di prodotto utilizzando dei dischetti di cotone, picchiettando la cute o spalmandolo in modo tale che venga assorbito completamente. Questo trattamento deve essere messo in pratica quotidianamente, in modo tale da notare dei risultati visibili già dopo una decina di giorni. L’olio di iperico va spalmato sulle zone interessate soprattutto di sera, prima di andare a dormire, in maniera tale da risvegliarsi al mattino con la pelle rimpolpata e più soda.

E’ possibile inoltre utilizzare l’olio di iperico per preparare una maschera di bellezza. Basta prelevare 3 cucchiai di olio amalgamandoli con un bicchiere d’acqua calda e 2 cucchiai di miele. Lasciare la maschera per una ventina di minuti e risciacquare con acqua.

 

Controindicazioni

Poiché si tratta di un olio, non va utilizzato durante il giorno sia perché lascia la pelle molto unta ma soprattutto non va esposto direttamente al sole. Infatti l’ iperico presenta come unica controindicazione la fotosensibilità durante l’esposizione ai raggi solari, favorendo in questo caso, la presenza di macchie scure sulla pelle. Quindi va assolutamente evitata l’esposizione diretta ai raggi solari, applicando il prodotto la sera.