Ginnastica-facciale

Sappiamo bene che, andando in palestra, rafforziamo i muscoli del nostro corpo con lo scopo di mantenerli sempre tonificati.  Perché quindi non applicare lo stesso concetto per il viso? Svolgere infatti determinati esercizi sul nostro viso, possono essere un valido aiuto per renderlo più tonico e a mantenerlo più giovane. Infatti il nostro volto è come un libro aperto e se si sa bene come leggerlo, è possibile notare alcuni segni.

Questi sono ad esempio l’ansia, la stanchezza, le preoccupazioni, lo stress, la mancanza di sonno o una dieta priva di vitamine. Quindi sul nostro viso saranno visibili sia i segni più positivi come i sentimenti, le emozioni o il senso di rilassamento a seguito di una vacanza di piacere, ma allo stesso tempo, anche quelli negativi. La ginnastica facciale accorre quindi in nostro aiuto. Infatti i suoi benefici possono essere davvero molteplici ma vediamoli nei dettagli.

I benefici della ginnastica facciale

Iniziamo col dire che praticare la ginnastica facciale, non ha alcuna controindicazione e può essere fatta da tutti, quindi dai giovani e da chi ormai non lo è più. E’ quindi possibile riscontrare dei benefici diretti o indiretti.

I benefici diretti sono legati al lavoro muscolare e sono gli stessi che si ottengono allenando un qualsiasi altro muscolo del nostro corpo. La ginnastica facciale aiuta quindi a distendere e rilassare i muscoli del viso, mantenendo la forma più soda e tonica.

I benefici indiretti riguardano principalmente il miglioramento della circolazione sanguigna. Di conseguenza anche il volto apparirà più colorito e la consistenza stessa della pelle sarà diversa, a seguito di un maggiore afflusso di ossigeno alle cellule.

Quindi praticando la ginnastica facciale nel modo corretto e in forma continua, è possibile notare dei benefici. Ad esempio migliorerà la consistenza della nostra pelle che risulterà essere più luminosa, le rughe tenderanno a scomparire e si perfezionerà l’aspetto in generale del nostro viso, che apparirà sicuramente più rilassato.

Gli esercizi da fare

Se volete godere appieno dei benefici che la ginnastica facciale apporta sul vostro volto, è quindi utile praticare i seguenti esercizi tutte le mattine per pochi minuti.

Ginnastica facciale per la fronte

Iniziamo dalla parte più alta del viso, quindi dalla fronte. Per prima cosa, dobbiamo aggrottare la fronte per 10 secondi, così da contrarre tutti i muscoli di questa zona del viso, comprese le sopracciglia. Dopo aver fatto ciò, alzate lo sopracciglia spalancando gli occhi e ripetete il procedimento una ventina di volte. In questo modo otterrete una fronte più liscia e delle palpebre toniche.

Ginnastica facciale per gli occhi

In questa zona si formano le cosiddette zampe di gallina, molto temute dalle donne. Quindi come fare per evitarle? Ci sono due esercizi che possono aiutare. Nel primo esercizio, dovrete muovere gli occhi a destra e sinistra e poi in alto e in basso, ognuno di questo deve essere ripetuto per 5 volte. Nel secondo esercizio, dovete sbattere le palpebre di un occhio, tenendo l’altro spalancato. Continuate a farlo per 30 secondi e poi cambiate l’occhio, per fare lo stesso esercizio anche dall’altra parte.

Ginnastica facciale per le labbra

Per avere labbra più toniche e quindi di conseguenza per mantenerle più giovani, potete fare un semplice esercizio. Accorciate le labbra come se voleste dare un bacio a qualcuno e poi distendetele. Ripetete l’esercizio per una decina di volte.

Ginnastica facciale per le guance

Con l’avanzare dell’età, anche le guance tendono a cadere ma per prevenire questo problema, potete svolgere facilmente questo esercizio. Gonfiate le guance come se stesse gonfiando un palloncino. Trattenete l’aria per pochi secondi e poi buttatela fuori. Ripetete per almeno 5 volte.

Ginnastica facciale per il collo

I segni del tempo che passa sono maggiormente visibili sul collo, e un collo flaccido non è sicuramente bello da vedere. Per evitare ciò potete svolgere un semplice esercizio. Con la testa dritta, tirate gli angoli della vostra bocca verso il basso. Capirete che l’esercizio è fatto correttamente, se sentirete il collo tirare. Ripetete più volte questa operazione.