Aloe-vera

Tutti vogliamo rimanere giovani, peccato però che il tempo sia tiranno e non concede tregua a nessuno. Ma sembra proprio che rallentare l’invecchiamento della pelle si può attraverso l’aloe vera, una pianta dai mille benefici. Con il passare del tempo è normale che le rughe appaiano o che i segni di espressione siano più pronunciati. La natura ci viene in soccorso mettendoci a disposizione l’aloe vera, che contiene il maggior numero di sostanze che servono per contrastare gli effetti del trascorrere del tempo. E’ sempre stata riconosciuta come “la pianta miracolosa” e probabilmente l’unica capace di raggruppare così tanti principi attivi che aiutano a ridurre notevolmente la comparsa dei primi segni di rughe e i vari inestetismi della pelle.

 

I fattori che accelerano l’invecchiamento della pelle

Gli effetti del tempo che passa non sono uguali per tutti ma cambiano da soggetto ad un altro, in base alcuni fattori. Questi sono i principali da tenere in considerazione.

Il patrimonio genetico, cioè la programmazione insita nelle cellule.

Lo stile di vita (alimentazione, l’utilizzo di farmaci, abitudini, vizi, attività lavorativa).

L’ambiente (clima, condizioni economiche e sociali, inquinamento).

Fattori psicologici (stress, capacità di adattamento, emozioni positive o negative).

 

Le vitamine anti- age contenute nell’aloe vera

Vitamina A (beta-carotene): questa vitamina è importante per la differenziazione cellulare, per la pelle, per la vista e per le ossa.

Vitamina C (acido ascorbico): è un potente antiossidante, interviene in vari processi cellulari, come il metabolismo del collagene, mantenendo elastici i tessuti e la sintesi dei neurotrasmettitori.

Vitamina E (tocoferolo): riesce a bloccare la catena di reazioni chimiche dei radicali perossidici, che causano di invecchiamento.

Vitamina B3: è una vitamina importante contro l’invecchiamento cutaneo, perché regola lo strato lipidico protettivo dell’epidermide, ha proprietà disintossicanti e favorisce la digestione.

Vitamina B5: riesce a combattere lo stress e la stanchezza contrastando il calo di energia.

Vitamina M (acido folico): è essenziale nella corretta formazione dei globuli rossi, regola lo sviluppo embrionale, è necessaria per il buon funzionamento del sistema nervoso.

 

L’aloe per un lifting al naturale

Sulla nostra pelle si trovano delle cellule chiamate fibroblasti che sono responsabili della produzione di collagene, una proteina di supporto della cute che la rende soda ed elastica. Un’eccessiva e prolungata esposizione solare ed il normale e fisiologico processo di invecchiamento, comporta un rallentamento da parte dei fibroblasti, di produrre il collagene. Nel momento in cui accade ciò, con l’avanzare dell’età, le rughe diventano sempre più evidenti. Il grande potere di ringiovanimento dell’aloe, si identifica nella sua capacità di aumentare la produzione di fibroblasti dell’uomo 6-8 volte più rapidamente del normale. Ormai è parere comune di molti ricercatori che l’Aloe non soltanto migliora la struttura di queste cellule cutanee, ma accelera anche il processo di produzione di collagene, e che tale processo risieda nei polisaccaridi e nelle loro proprietà idratanti e coesive.

A differenza di altri prodotti che promettono di rallentare l’invecchiamento ma poi in realtà tendono solo ad idratare la pelle, l’aloe invece contribuisce nella produzione di collagene. Ma non è solo questo l’unico contributo dell’aloe contro l’invecchiamento. Sembra che sia un vero toccasana in caso di macchie sulla pelle. Infatti sempre più persone notano sulle proprie mani la comparsa di macchie cutanee più o meno scure. Ciò dipende da un processo chimico che avviene nel nostro corpo, alimentato dai raggi del sole. L’aloe contiene un’agente inibente che può invertire questo processo, che fornisce al nostro corpo i componenti necessari per il ringiovanimento cellulare, favorendo una pelle più morbida ed elastica.